La lettura del pensiero può essere possibile a breve.

Collegando suoni per modelli di attività cerebrale, gli scienziati possono essere sulla strada per aiutarci sentire i pensieri degli altri.

. Essi potrebbero un giorno essere in grado di sentire i pensieri delle persone che non possono parlare, utilizzando i segnali elettrici nel cervello.
. Il cervello risponde al discorso suoni con diversi modelli unici di attività elettrica.

Guardando solo sulle mappe di attività elettrica nel cervello umano, gli scienziati sono stati in grado di dire le parole che qualcuno stava ascoltando. La scoperta è importante essere in grado di "sentire" i pensieri di persone che non possono parlare passo.

"Se qualcuno è stato completamente paralizzato, o se il paziente era immobile, ma il cervello è ancora attivo e riusciva a capire abbastanza bene, potrebbe sviluppare dispositivi ad approfittare di questo e di ripristinare la comunicazione", ha dichiarato Brian Pasley, un neuroscienziato University of California, Berkeley.

"E 'ancora molto presto", ha aggiunto. "E c'è un sacco di lavoro ancora da fare."

Per decenni, gli scienziati hanno cercato di capire in che modo il cervello riesce a elaborare i suoni udibili ed estrarre il significato astratto di parole e frasi. Come parte di questo sforzo, un sacco di lavoro negli animali ha contribuito a restringere la ricerca per le regioni cerebrali coinvolte nella ascoltare e rispondere ai suoni.

Non smettere di leggere: Gli scienziati annunciano importante scoperta su "particella di Dio".

Il nuovo lavoro rappresenta un sostanziale passo avanti sia quello che sappiamo su come il cervello elabora applicazioni audio e potenziali per le persone con disabilità, Jonathan Wolpaw, responsabile del Laboratorio di lesioni e riparazione neuronale nello Stato di New York ha detto Dipartimento di Salute Wadsworth Center.

Come dispositivi che permettono alle persone di utilizzare i loro pensieri per spostare bracci robotici, è possibile che alcune interfacce cervello-macchina giorno danno voce alle persone che l'hanno perduta.

Tuttavia, rimangono molti ostacoli prima. Il nuovo studio ha esaminato solo un numero limitato di suoni che compongono la lingua inglese, per esempio, e molte parole sono in grado di produrre firme elettrici identici nel cervello. Lo studio si è concentrato anche solo su come il cervello sente suoni. Ulteriori test è necessario analizzare se i modelli elettrici sono gli stessi quando la gente dice anche circa o immaginare i suoni.

Per il momento, il nuovo lavoro rappresenta un progresso importante e in crescita sarà probabilmente portare a molti altri.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

56 − 50 =